Una realtà presente e viva - Sito del Rione di Sant'Ambrogio Olona di Varese

Vai ai contenuti

Menu principale:

Associazione Mutua Sanitaria S.Ambrogio Ol.


Oggi le assicurazioni con le loro proposte integrative, permettono di coprire tutto, anche i buchi lasciati aperti dalla sanità pubblica, che viaggia in ritardo e a suon di ticket.

Ma ben pochi sanno che nel nostro rione, probabilmente dall'inizio
del Novecento, opera l'Associazione Mutua Sanitaria, con con pochi euro annui, offre al socio sussidio giornaliero per il ricovero in ospedale, rimborsa le visite specialistiche ed i ticket per esami di laboratorio e radiografie ecc, ecc.

Ma quali le origini di questa Mutua, nata senza dubbio per aiutare i meno abbienti, in anni nei quali lo Stato ben poco garantiva, in termini di assistenza sanitaria?

Difficile scoprire l'esatta data di nascita.

Le prime carte certe giunte sino a noi sono dei tesserini di cartone robusto, che venivano utilizzati per prenotare la visita dal medico.

Poichè tali tessere portano la firma del sindaco (illegibile) e sono intestae CONSORZIO MEDICO DI VELATE - COMUNE DI S.AMBROGIO OLONA, vanno collocate senz'altro prima del 1927.

Abbiamo poi due tesserini di iscrizione alla Mutua, che portano la data 1 gennaio 1928.

Vi è la firma del presidente, che potrebbe essere un tale M.Piatti, ma la grafia lascia più di un dubbio.
Nel 1931 il presidente è certo cambiato, perchè in un altra tessera di iscrizione, intestata a Isella Rosa Marocchi, la firma non è più quella del presunto M.Piatti.

Si legge fra l'altro nel regolamento della mutua di quel 1931: "... dalla cura medica e da quella ospedaliera sono escluse le malattie veneree, la tubercolosi, le malattie croniche; quelle causate sia da infortuni sul lavoro, che da terzi, nonchè le malattie o lesioni derivanti da risse o da ubriachezze. Sono pure esclusi gli interventi ostetrici e le iniezioni ipodermiche...".

Qualche informazione più precisa l'abbiamo dalla signora Anna Maria Bianchi Gaggini, già direttrice didattica, animatrice della preziosa rivista "Gli amici del Sacro Monte" e amante degli studi che riguardano il nostro passato.

Suo padre, Angelo Bianchi, fu il presidente della Mutua neglia anni Trenta-Quaranta, quando medico condotto era il dottor Benvenuto Taborelli, poi sostituito dal dottor Chiesa.

Dopo le brevi presidenze di Giulio Zanzi (1946-47) e di Luigi Tamborini (1947-48), e il ritorno di Angelo Bianchi dal 1948 al 1952, troviamo Riccardo Pagani (1952-55), Guglielmo Galli (1956-58), Oreste Metra (1959-1998), Guglielmo Galli (1998-2010), Elvira Azimonti (attuale presidente).

Sempre rimembrando nei ricordi, detto dei presidenti, occorre ricordare anche alcuni segretari che si sono succeduti a partire dal 1946: Carlo Giudici (1946-47), emilietta Nazzola (1948-68), Rina MArocchi (1969-85), Angelo Motta (1987-94), Emilia Crugnola (1994-...).

I "vecchi" del rione ricorderanno certo la cassiera della Mutua, Ida Tenconi, che dal 1946 al 1972 svolse l'incarico con passione, mettendoci del suo anche economicamente.

Da un intervista di Carlo Zanzi redatta nel Giugno 1996 all'allora presidente sig. Oreste Metra, risultava che dagli oltre 400 iscritti degli anni Quaranta, si era passati agli attuali di allora (rif. to 1996) a 133 iscritti, per lo più persone anziane, legate a quella Mutua che fu dei loro padri.

"A quei tempi là" raccontava il Cavalier Metra, " il ricovero in ospedale costava 2 lire e qualche cosa al giorno. Ricordo poi che anche a Velate c'era una Mutua come la nostra. Poi si è sciolta, e volevamo dare a noi i loro iscritti, ma solo gli anziani quelli che costano di più, e allora ci rifiutammo perchè non era facile far quadrare i conti. E non è facile soprattutto oggi (1996)c con solo 133 iscritti e con i nuovi entrati che vengono con l'intenzione di 'sfruttare' la Mutua.

Il sig. Metra, che da un lato si augurava un aumento dei soci, dall'altro rimpiangeva i tempi nei quali la mutua faceva rima con solidarietà: ci si metteva insieme, per dare una mano soprattutto ai più poveri.

In data corrente (2011) gli attuali iscritti alla Mutua sono 112, si versa una quota associativa annuale pari a circa € 90,00 (più una piccola quota di iscrizione solo per i nuovi iscritti).

Nell'anno appena passato (2010) si sono effettuate circa 260 prestazioni che grazie alla Mutua sono state rimborsate ai relativi soci.

E' una realtà attuale, pienamente attiva come si evince dai numeri di prestazioni effettuate.

Chiunque volesse avere informazioni in merito può contattatare i seguenti numeri:


Sig.ra Alma Grignola    0332 - 212152
Sig.    Piero Metra        0332 - 228383


 
Oggi è il 26/09/2017 - Sono le ore
Torna ai contenuti | Torna al menu